Flavonoidi: utili in menopausa

Flavonoidi: utili in menopausa

Da un’analisi sui dati scientifici disponibili in letteratura riguardo i benefici salutari del consumo alimentare di bacche contenenti Flavonoidi, emergono dati molto interessanti sull’utilità di questi alimenti, in particolare per le donne in fase menopausale.

I Flavonoidi fanno parte della più grande famiglia dei Polifenoli, caratterizzati dal possedere uno specifico colore (solitamente dal giallo/rosso al blu scuro) che conferiscono poi al frutto che li contiene, e ad una maggiore solubilità in acqua rispetto ad altri gruppi di Polifenoli. I loro vivaci colori stimolano e attraggono anche visivamente!

La capacità di essere meglio solubili in acqua fa si che queste sostanze possano essere facilmente trasferite dal frutto in spremute, succhi, estratti, ecc. e poi più facilmente e rapidamente assorbite dall’organismo umano attraverso il sistema digerente. Ecco che quindi, come mostrano diversi studi sulla cinetica, cioè la velocità con cui queste sostanza sono assorbite dopo l’ingestione, si vede che esse possono rapidamente passare nel circolo sanguigno, con una alta percentuale di assorbimento, ed essere così trasportate in ogni distretto corporeo.

Tale presenza si riverbera così, grazie alle proprietà antiossidanti ed antiinfiammatorie del Flavonoidi, sul benessere generale della persona ed aiuta ad abbassare, con un consumo regolare e continuato, i livelli basali di rischio per la salute del soggetto.

L’Acai è un esempio di bacca che contiene un’altissima concentrazione di Polifenoli e Flavonoidi; il suo consumo o quello di succhi ed estratti da esso ottenuti rappresenta una valida forma di integrazione alimentare per la prevenzione e la riduzione del rischio in campo cardio-vascolare, cognitivo, dell’insorgenza di degenerazioni cellulari, nell’invecchiamento.

Scopri di più sui rimedi naturali più efficaci in menopausa »

Maturitas. 2009 Aug 20;63(4):297-301. Epub 2009 Jun 10.

I benefici sulla salute dei Flavonoidi da bacche per le donne in menopausa: disturbi cardio-vascolari, cancro e qualità cognitiva.

Huntley AL.
Abstract
Assistiamo ad un incremento del numero di ricerche sui benefici salutari dei flavonoidi da (frutti in) bacche. Inoltre il consumo di cibo ricco in flavonoidi è anch’esso in incremento; in particolare le donne mostrano un interesse a nutrirsi di una dieta che possa portare benefici alla loro salute nel lungo termine.
Lo scopo di questa valutazione è di esaminare le prove (scientifiche, ndr) sui benefici dei flavonoidi da bacche per la salute cardio-vascolare, i tumori e le qualità cognitive sulle donne in menopausa. A causa del limitato numero di dati clinici disponibili finora, sono stati inclusi anche studi in vitro e su animali.
L’analisi di questi dati appare sostenere gli studi epidemiologici che suggeriscono benefici cardio-vascolari, prevenzione dei tumori e miglioramenti cognitive dal consumo di flavonoidi da bacche. D’altra parte non è possibile essere conclusivi circa lo specifico tipo di bacca, la sua preparazione o il regime (di assunzione, ndr) che conferisce i massimi benefici o dare specifiche indicazioni nei confronti delle donne in menopausa.
L’attuale limitatezza dei dati combinati fra studi clinici e pre-clinici suggerisce che l’integrazione di flavonoidi da bacche alla dieta ha contenuti effetti sulle funzioni cardio-vascolari in soggetti a rischio e potenziali effetti preventivi sul cancro dell’esofago. Evidenze su benefici al sistema cognitivo sono per ora limitate a dati su animali ma si mostrano promettenti.